Come migliorare la consegna delle e-mail per le campagne: cose da fare e da non fare

Ti capita spesso di sperimentare a alta frequenza di rimbalzo e bassi tassi di apertura per le tue campagne email? Se è così, non sei solo. Sfortunatamente, molte aziende lottano con una scarsa consegna della posta elettronica. Questo può essere un grosso ostacolo quando si cerca di raggiungere il pubblico di destinazione. In questo post del blog, discuteremo alcune delle cose che puoi fare per migliorare la consegna delle email per le tue campagne.

Come determinare se hai un problema di consegna

Ci sono alcuni indicatori chiave che possono aiutarti a determinare se hai un problema di consegna. Per prima cosa, dai un'occhiata alla tua frequenza di rimbalzo. Se visualizzi un numero elevato di e-mail rimbalzate, significa che i tuoi messaggi non vengono recapitati. Inoltre, controlla le tue tariffe di apertura. Se non vedi gli stessi tassi di apertura di una volta o se i tuoi tassi di apertura sono inferiori alla media, questo potrebbe anche essere un segno di un problema di consegna.

Quali sono le cause della scarsa consegna delle e-mail?

Esistono diversi fattori che possono contribuire a una scarsa consegna delle e-mail. Una causa comune è l'utilizzo di un indirizzo email non professionale. Se utilizzi un servizio di posta elettronica gratuito come Gmail o Yahoo, è più probabile che i tuoi messaggi vengano filtrati o bloccati.

Inoltre, l'utilizzo di un indirizzo IP condiviso può anche portare a problemi di recapito. Se invii e-mail da un server condiviso, i tuoi messaggi potrebbero essere contrassegnati come spam dagli ISP. Infine, una scarsa igiene dell'elenco può anche causare problemi di consegna. Se invii e-mail a un elenco di iscritti inattivi o non coinvolti, è più probabile che i tuoi messaggi vengano filtrati come spam.

Come diagnosticare la radice del tuo problema di consegna

Una volta che hai determinato che hai un problema di consegna, è importante diagnosticare la radice del problema. Il primo passo è controllare il punteggio di invio dell'e-mail in Klaviyo o Omnisend. Questo ti darà una buona idea di dove ti trovi in ​​termini di deliverability. Inoltre, puoi utilizzare uno strumento come il punteggio mittente di Return Path per ottenere un'analisi più dettagliata del tuo problema di consegna. Infine, puoi contattare il tuo ISP per vedere se può fornire informazioni sul motivo per cui i tuoi messaggi vengono bloccati o filtrati.

Come risolvere i problemi di consegna della posta elettronica

E-mail di rimbalzo

Se hai problemi con la consegna delle email, ci sono alcune cose che puoi fare per migliorare la situazione. Per prima cosa, dai un'occhiata ai tuoi contenuti. Stai usando troppe immagini? Troppo HTML? Questi possono attivare filtri antispam. Assicurati che il tuo le linee dell'oggetto sono chiare e conciso ed evitare di usare tutte maiuscole o punti esclamativi eccessivi.

Quindi, dai un'occhiata al tuo indirizzo IP e assicurati che non sia in nessuna lista nera. Se lo è, dovrai lavorare con il tuo fornitore di servizi di posta elettronica per farlo rimuovere.

Infine, prendi in considerazione l'utilizzo di uno strumento come Return Path per aiutarti a monitorare la tua consegna e assicurarti che le tue e-mail arrivino. Con Return Path, puoi ottenere informazioni in tempo reale sulla consegna delle e-mail e agire per migliorarla.

Suggerimenti per mantenere alti tassi di recapito delle e-mail

Il recapito della posta elettronica è fondamentale per qualsiasi organizzazione che si affida alla posta elettronica per comunicare con clienti o membri. Eppure, può essere una sfida mantenere alti tassi di consegna a causa del panorama in continua evoluzione dei filtri antispam e dei provider di posta elettronica. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a migliorare la consegna delle email per le tue campagne:

– Autentica il tuo dominio di posta elettronica. Questo aiuta a garantire che i tuoi messaggi non siano contrassegnati come spam dai provider di posta elettronica.

– Mantenere una corretta allocazione IP. Ciò significa assicurarsi che il tuo indirizzo IP non sia in nessuna blacklist e che abbia una buona reputazione con i provider di posta elettronica.

– Perfezionare il processo di adesione. Assicurati che le persone che si iscrivono alle tue e-mail capiscano a cosa si stanno iscrivendo e che abbiano acconsentito a ricevere messaggi da te.

– Scrivi righe di oggetto non spam. Questa può essere una sfida, ma è importante assicurarsi che le righe dell'oggetto non siano contrassegnate come spam dai filtri e-mail.

– Fornire un centro preferenze. Ciò consente alle persone di gestire le proprie preferenze per ricevere e-mail da te, il che può aiutare a ridurre le possibilità che i tuoi messaggi vengano contrassegnati come spam.

– Mantieni elenchi puliti. Ciò significa ripulire regolarmente le tue liste di posta elettronica per rimuovere gli abbonati inattivi o non coinvolti.

– Evita le trappole di spam. Si tratta di indirizzi e-mail progettati specificamente per catturare i mittenti che inviano e-mail non richieste.

– Invia e-mail che le persone amano. Questo è forse il consiglio più importante di tutti! Assicurati che le tue e-mail siano interessanti, informative e coinvolgenti in modo che le persone vogliano riceverle.

Il recapito delle e-mail è un problema complesso e in continua evoluzione, ma seguire questi suggerimenti ti aiuterà a migliorare il recapito delle e-mail per le tue campagne. Hai altri suggerimenti da condividere? Fateci sapere nei commenti!

Aman Jha
Questo autore è verificato su BloggersIdeas.com

Aman Jha è un autore di marketing digitale, scrittore appassionato e consulente. È un fanatico delle belle parole e dei blog sul marketing digitale e sulle startup su maxzob.com.

Divulgazione di affiliazione: In piena trasparenza - alcuni dei link sul nostro sito web sono link di affiliazione, se li utilizzi per effettuare un acquisto guadagneremo una commissione senza costi aggiuntivi per te (nessuna!).

Lascia un tuo commento